scuola vela Durante tutto il periodo estivo, nella nostra base operativa, sul lago di Bracciano, i nostri migliori Istruttori Federali, ti offrono corsi di vela stanziali e giornalieri di Iniziazione e di Perfezionamento collettivi e privati.

servizi Tra i servizi riservati ai soci potrai avere: Posto barca assegnato, Posteggio auto all'interno dell'area del Circolo, Rimessaggio attrezzature barche nelle strutture adibite a cala vele e tanto altro.

flotte Presso il nostro Circolo  sono presenti diversi tipi di imbarcazione a vela: dai Dinghy 12' ai Flying Dutchman, dai Catamarani ai Laser, e poi diverse  altre derive e piccoli cabinati e per tutte le barche uno spazio dedicato.
Ultime
Verso l'edizione 2015 della Winter Cup Bracciano

alt

 

 

 

 

 

 

 

Al via i preparativi per la terza edizione della “Winter Cup Bracciano”, l’ormai tradizionale appuntamento velico organizzato dal Sailing Team Bracciano. Le classi ammesse sono: Dinghy, Open derive e catamarani. L'edizione di quest’anno si terrà nelle giornate di sabato il 17 e 31 ottobre e il 14 e 28 novembre per la prima manche e proseguirà sempre di sabato nei giorni di 5, 12, 19 e 26 marzo 2016 per la seconda manche. Le regate si svolgeranno, come tradizione, nello specchio di lago antistante il Sailing Team Bracciano. Per maggiori info, bando di gara e domanda di partecipazione vai alla Sezione Regate

 
La Marina Militare torna alle regate

altUn'attesa lunga 43 anni, un ritorno sull'Oceano con la voglia di essere protagonisti. La Marina Militare torna a cimentarsi nelle regate di importanza mondiale affidandosi al sottocapo Andrea Pendibene e all'imbarcazione 'Pegaso 883' per affrontare la MiniTransat, la regata principale del circuito di Classe650 che vedra' le imbarcazioni a vela partire il 19 settembre da Douarnenez (Francia) per arrivare a Point-a-Pitre, in Guadalupa, dopo la sosta intermedia a Lanzarote.

Un vero e proprio Campionato del Mondo riservato ai migliori ottanta skipper al mondo che si corre ogni anno dispari, in solitario e senza assistenza esterna. L'ultima volta della Marina fu nel 1972, con la regata 'Ostar' alla quale partecipo' l'ammiraglio Faggioni con lo sloop di 15 metri 'Sagittario'.

Fra pochi giorni, il ritorno alle gare, celebrato questa mattina alla Spezia, durante il Festival della Marineria. "Il mio obiettivo dal mio ingresso in Marina e' sempre stato quello di riportare la Marina Militare nell'Oceano - spiega lo skipper Pendibene, assistito nel lungo cammino di avvicinamento alla regata dalla co-skipper, Giovanna Valsecchi - ed e' un sogno che si avvera, un sogno condiviso con la stessa Marina, che mi ha permesso di allenarmi e mi ha fornito un'assistenza professionale che non ha eguali in tutto il mondo. Questa traversata vuole essere anche il veicolo per valorizzare sport e territorio.

Affronteremo gruppi organizzati come Nissan, Maserati, ma possiamo fare bene". "Siamo orgogliosi di questo ritorno, 43 anni dopo - spiega l'ammiraglio Roberto Camerini, comandante del Dipartimento militare marittimo Nord -, Pendibene e' persona straordinaria per determinazione, capacita' e sensibilita'. Crediamo di poter fare la nostra parte in una regata difficilissima, forse la piu' difficile in assoluto".

 
Sosta a Montecarlo per le Navi Scuola a vela della Marina Militare

altDal 10 al 14 settembre il Gruppo Navi Scuola a vela della Marina Militare, formato dalle navi Orsa Maggiore (Unità di bandiera), Palinuro, Corsaro II e Capricia, sosterà nel porto di Montecarlo (Principato di Monaco) ultima tappa, dopo Ajaccio (Francia), Cagliari, Palamos (Spagna), Palma di Maiorca (Spagna), La Maddalena, Port Mahon (Spagna) e Tolone (Francia), della Campagna d’Istruzione degli allievi della 1^ Classe dell’Accademia Navale di Livorno.

La Campagna d’Istruzione è il completamento delle attività svolte nel corso dell’Anno Accademico, il cui scopo è quello di far acquisire ai 105 allievi lo spirito del Marinaio, ovvero una prima conoscenza, pratica e diretta, delle attività associate all’esercizio della professione dell’ “andar per mare”, radicando negli allievi sia i valori etici e le tradizioni peculiari sia l’adeguata padronanza e confidenza con l’ambiente di lavoro.

Il programma addestrativo prevede una serie di attività marinaresche, nautiche e sportive che sviluppano negli allievi lo spirito di squadra necessario per imparare a condividere quotidianamente uno spazio ristretto come quello della barca a vela.

Giovedì 10 settembre, alle 10.30, si svolgerà a bordo di nave Palinuro una conferenza stampa promossa dal WWF Italia e dalla Fondation Prince Albert II de Monaco, in collaborazione con la Marina Militare, con la presentazione del rapporto “Analisi e Valutazioni dello stato attuale del Santuario Pelagos”. Con questa tappa si conclude la campagna si sensibilizzazione “MEdiTErraneo”, partita da Venezia il 5 giugno scorso a bordo del Palinuro, con lo scopo di far conoscere meglio, amare e difendere il mare. L’obiettivo è svelare quanto il Mediterraneo faccia parte della nostra storia e della nostra identità culturale, quante bellezze ci siano da scoprire e soprattutto da difendere.

Attraverso questi eventi la Marina Militare assicura, con la sua costante presenza in mare, una forte attenzione e sensibilità nei confronti delle tematiche ambientali e della diffusione di una educazione marina, volta al rispetto e alla valorizzazione dell’ambiente marino e delle sue risorse.

La Campagna d’Istruzione degli allievi si concluderà sabato 19 settembre a Livorno dove si svolgerà la cerimonia di chiusura.

Durante la sosta a Montecarlo i cittadini potranno visitare le navi a vela con le seguenti modalità:

Giovedì              10          15:00 – 17:00

Venerdì              11          10:00 – 12:00/15:00 – 18:00/21:00 – 23:00

Sabato               12          10:00 – 12:00/15:00 – 18:00/21:00 – 23:00

Domenica          13          15:00 – 18:00/21:00 – 23:00

 
Vela, Andrea Mura prepara nuova Imoca 60

alt

Quasi pronta la nuova imbarcazione del velista cagliaritano Andrea Mura: l'Imoca 60 che si appresta a tentare l'assalto al Vendée Globe, una circumnavigazione completa in solitario senza scali e senza assistenza, è stata verniciata nel cantiere Persico Marine di Nembro. Ora sta per essere trasferita in Francia, a Lorient, passando per il tunnel alpino del Frejus: il varo è previsto per i primi giorni di agosto. Al momento la barca non ha ancora un nome definitivo: in corso trattative con sponsor e Regione. La proposta di Mura: "La chiameremo ancora Vento di Sardegna". L'Imoca 60, giunto a Lorient, verrà dotato dell'albero maestro, una struttura complessa di 30 metri di altezza. Qui avverrà anche il "collaudo" dell'imbarcazione. L'obiettivo dichiarato di Andrea Mura è la partecipazione alla Transat Jacques Vabre, regata transatlantica con partenza da Le Havre il 25 ottobre ed arrivo ad Itajai, nel sud del Brasile, che ripercorre l'antica "Rotta del Caffè" per un totale di 5.400 miglia. Sfida importante nei progetti dello skipper perché vale come qualificazione per il Vendèe Globe. "Abbiamo ideato e sviluppato un programma sportivo di quattro anni - conclude Mura - con le principali regate del circuito internazionale e soprattutto con il Vendée Globe, l'unico evento velico in grado di raggiungere decine di milioni di utenti su web e media tradizionali con una copertura paragonabile ai Mondiali di calcio. Crediamo sia un'opportunità storica ed unica per aziende ed istituzioni per raggiungere un'audience globale".

 
Invasione Dinghy 12’ al Sailing Team di Bracciano per la quarta tappa di Coppa Italia e del Trofeo Dinghy Classico

alt

Vincono Vittorio d’Albertas nei ‘moderni’ e Dani Colapietro nei ‘classici’


Bracciano, 20 luglio 2015, l’anticiclone africano è stato l’avversario principale dei 74 equipaggi iscritti provenienti da cinque nazioni (Canada, Giappone, Italia, Olanda, e Svizzera) che hanno partecipato alla Coppa Franco Pizzarello sul lago di Bracciano da venerdì 17 a  domenica 19 luglio per l’organizzazione del Sailing Team Bracciano. L’evento era valido per la quarta tappa del circuito di Coppa Italia riservato ai Dinghy 12’ moderni e per la quarta tappa del Trofeo Dinghy 12’ Classico, dedicato ai Dinghy con scafo e albero, picco e boma tutti rigorosamente in legno.

La tipica brezza termica che caratterizza il lago romano è stata, infatti, quanto mai irregolare rendendo il campo di regata di difficile interpretazione per tutti i concorrenti. Alla fine i migliori hanno imposto come sempre la loro legge. Appartengono alla flotta “ligure” i primi due classificati tra i Dinghy 12’ moderni:  il Campione Italiano Vittorio d’Albertas si è imposto per la terza volta consecutiva in una tappa di Coppa Italia con tre primi, un nono e un secondo posto,  lasciando il secondo gradino del podio a Filippo Jannello con 7 punti di distacco. Al terzo, quarto e quinto posto i forti  ‘adriatici' Luciano Foscolo, Carlo Mendini, e Massimo Schiavon, che grazie anche all’8°, al 9° e al 10° di Francesco Vidal, Flavio Semenzato e Marco Durli, hanno  fatto decisamente brillare la  flotta “ adriatica”.

alt


Da segnalare il 7° posto del napoletano Gaetano Allodi, primo Master e il 13° della palermitana Paola Randazzo, che porta a casa il premio riservato al primo classificato femminile su 6 timonieri rosa. Primo dei SuperMaster il romano Giorgio Sanzini e premio The Legend al napoletano Ugo Leopaldi.

Anche tra i  Dinghy 12’ classici in gara, il primo posto va per la terza tappa consecutiva del Trofeo Dinghy 12’ Classico allo stesso timoniere, l’avvocato spezzino Dani Colapietro, davanti al ligure Alberto Patrone e al responsabile della Sezione Classici AICD Fabio Mangione, terzo classificato col suo scafo veteran Al.

Quarto posto per il padrone di casa Giorgio Pizzarello e quinto per Toni Anghileri. Da segnalare l’ottimo sesto posto dell’olandese  Patricia Surendonk con Casmaran. Tra i Dinghy 12’  Classici il premio Master è andato a Giorgio Pizzarello, mentre Giangi d’Ardia ha vinto quello SuperMaster e Alberto Marini il premio The Legend.  

Perfetta infine l’organizzazione a terra e in mare curata dallo staff del Sailing Team Bracciano al quale nel corso della premiazione sono andati gli applausi e ringraziamenti di tutti i concorrenti.

Clicca qui per vedere il suggestivo video dell’evento realizzato da Pierpaolo Lanfrancotti/Marine Partners.

 

alt

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Succ. > Fine >>
Pagina 3 di 5