scuola vela Durante tutto il periodo estivo, nella nostra base operativa, sul lago di Bracciano, i nostri migliori Istruttori Federali, ti offrono corsi di vela stanziali e giornalieri di Iniziazione e di Perfezionamento collettivi e privati.

servizi Tra i servizi riservati ai soci potrai avere: Posto barca assegnato, Posteggio auto all'interno dell'area del Circolo, Rimessaggio attrezzature barche nelle strutture adibite a cala vele e tanto altro.

flotte Presso il nostro Circolo  sono presenti diversi tipi di imbarcazione a vela: dai Dinghy 12' ai Flying Dutchman, dai Catamarani ai Laser, e poi diverse  altre derive e piccoli cabinati e per tutte le barche uno spazio dedicato.
Via libera per sport individuali in acqua

altDal 6 maggio 2020,  è possibile fare sport anche in acqua: nei laghi del Lazio, infatti, sono consentite le attività sportive individuali e quindi, nello specifico, canoa, windsurf, sup, dinghy, laser, contender, finn, d-one, sunfish, hobie cat 14.

L'importante è che le attrezzature siano personali perché le strutture di noleggio resteranno chiuse, almeno per il momento. Per effettuare questi sport la Regione Lazio consente gli spostamenti all'interno della provincia.

E' consentita anche la pesca sportiva al lago, ma anche in mare e per questa attività è consentito lo spostamento tra province nell'intero ambito regionale (per consentire, per esempio, a un abitante di Rieti di raggiungere il mare).

L'attività sportiva all'aria aperta è consentita (dal momento che l'ordinanza regionale firmata dal presidente Nicola Zingaretti non specifica nulla in merito) anche in acqua all'interno della propria provincia di appartenenza. Sul lago di Bracciano, per esempio, può essere praticata la vela e anche la canoa. L'attrezzatura, si specifica, deve essere privata e individuale perché i circoli velici resteranno chiusi. Potranno aprire in via straordinaria, ma solo per attività di manutenzione. 

 
CONSENTITA LA MANUTENZIONE DEI NATANTI DA DIPORTO

altEmanata dalla Regione Lazio l’ordinanza n. 52 che consente, a partire dal 26 aprile, spostamenti, anche al di fuori del proprio Comune, per attività di manutenzione di natanti da diportoL’ordinanza contiene alcune ulteriori disposizioni relative ad attività di cantieristica e rimessaggio per quanto concerne i natanti da diporto. È infatti consentito lo spostamento – nell’ambito del territorio regionale, all’interno del proprio Comune o dal proprio fino a quelli dove si trovano i natanti o le unità diporto di proprietà – dell’armatore, del proprietario o del marinaio con regolare contratto di lavoro, esclusivamente per lo svolgimento, per non più di una volta al giorno, delle attività di manutenzione, riparazione, e sostituzione di parti necessarie per la tutela delle condizioni di sicurezza e conservazione di natanti e imbarcazioni da diporto. Il tutto si dovrà svolgere nel rispetto di quanto previsto dai Dpcm e di tutte le norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da COVID-19. Inoltre, in considerazione delle necessità di manutenzione indispensabili, sono consentite – nell'ambito delle attività di rimessaggio, delle marine o nei luoghi appositamente attrezzati – le attività manutentive di natanti e imbarcazioni da diporto, e quelle propedeutiche allo spostamento dal cantiere all'ormeggio. I rimessaggi e le marine che hanno in deposito le imbarcazioni, nelle aree di manutenzione devono osservare il rispetto delle normative di settore e di tutte le misure finalizzate alla tutela dal contagio.

L’ordinanza è valida fino al 3 maggio 2020, salvo nuovo provvedimento.

CLICCA QUI SE VUOI SCARICARE L'ORDINANZA DELLA REGIONE LAZIO

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>